Tag name:ironia

L’anello che non tiene

Composta di cinque racconti brevi più un atto unico, e conclusa da una deliziosa e inquietante favola, questa raccolta propone al lettore una galleria di destini che si incrociano, nel momento decisivo del loro compiersi, con eventi esterni capaci di catalizzare la manifestazione di una crisi latente e di condurre necessariamente i personaggi alla scoperta ultima, irreversibile ed accecante, del senso della loro esistenza. Così avviene per l’olimpico ed epicureo professore e papirologo del racconto di apertura (L’anello che non tiene) o per il giovane prete appassionato fustigatore dei costumi (Il predicatore); così anche per l’insegnante di filosofia, solitario e patetico custode del fantasma della sua adolescenza (Il rendez-vous mancato); per il vulcanico ed egocentrico artista veneziano, smascherato dal suo tetro alter ego (Maschere di carnevale); e per la casalinga malmaritata che conclude con un atto di crudeltà, barattata per amore, la lunga e triste parabola del suo matrimonio fallito (Atto d’amore).
Scritti in uno stile limpido e levigato, costantemente modulato e sorretto da una ironia vigile e malinconica, questi racconti (riproposti in una seconda edizione riveduta) hanno segnato l’esordio narrativo di un autore già conosciuto come filologo classico e panflettista.

EstrattoAnelloCheNonTiene

Mi manca un pezzo

Nina vive di sogni che,puntualmente, vengono infranti. Si sente come se si fosse svegliata un giorno scoprendo di avere trent’anni. Che fine hanno fatto tutti i progetti, le speranze, l’entusiasmo? Che ne è stato dei vecchi amici? Dei primi amori? Della spensieratezza? Intraprenderà un viaggio dentro di sé, affrontando situazioni comiche e paradossali, talmente drammatiche da poterci ridere su, ma,alla fine, a suon di cuori spezzati e speranze disattese, troverà quel “tassello mancante” che darà un senso alla sua vita. Una scrittura semplice,fluida e senza fronzoli, in ogni pagina c’è un’emozione nuova: si ride e si piange, con la stessa intensità, fino al colpo di scena finale. Un’analisi cruda, ma, allo stesso tempo, ironica, della situazione in cui versa la maggior parte dei giovani adulti, con le proprie contraddizioni, i conflitti, la mancanza di punti di riferimento e di certezze, ma,soprattutto, con un’inesauribile fiducia, in un futuro migliore.

SQUArci

23 March, 2009 / No Comments on SQUArci

Lo sguardo di un uomo qualunque che si addentra nei meandri della psiche umana, portandone allo scoperto le stranezze e le incongruenze che la caratterizzano.
I mali del XXI secolo, attraverso la concisione, l’ironia, e sottoforma di brevi racconti, divengono protagonisti assoluti di queste pagine di vita quotidiana, in cui la linea tra il reale e la fantasia si presenta sapientemente celata dal suo autore.
Presentazione a cura della Dott.ssa Valentina De Totero.

 

 

Copertina1.JPG (59 KB)

Copertina1.JPG (59 KB)

Dialoghi con Monsignore

Le vicende di una famiglia, la storia dell’Italia negli ultimi secoli e l’esperienza del popolo siciliano rivissute attraverso i dialoghi tra un ragazzo e lo zio monsignore. Tanti, negli incontri con il sacerdote, gli argomenti affrontati dall’autore: il rapporto tra Stato e Chiesa, la fede, la democrazia, la corruzione, la criminalità, il distacco tra le istituzioni e la popolazione. Argomenti delicati e attuali nell’italia di allora così come in quella di oggi. La storia di un intero paese e l’eperienza personale, i ricordi di un ragazzo e il presente di uomo si intrecciano in un dialogo che coinvolge sempre più anche il lettore pagina dopo pagina.

dialoghi con monsignore 2.JPG (246 KB)

dialoghi con monsignore 2.JPG (246 KB)

dialoghi con monsignore 1.JPG (421 KB)

dialoghi con monsignore 1.JPG (421 KB)

Come scrivere un libro e salvarsi la vita

Come scrivere un libro e salvarsi la vita è il racconto sagace e incalzante di un giovane uomo che, nonostante la buona posizione professionale
e il felice matrimonio, vive sopraffatto da un perpetuo senso di inadeguatezza. Intrappolato in un lavoro che non è il suo, trascina la propria vita fino alle rive del Po, finché non trova il coraggio di scommettere su se stesso e la .. sua passione. Un libro, nell’intento dell’autore, che affronta tematiche serie come la depressione con il giusto filo di autoironia. Il romanzo è attualmente giunto alla sesta ristampa consecutiva.
Per riferimenti: http://www.ilfiloonline.it/shop/

allegato1.pdf (774 KB)

allegato2.pdf (890 KB)

Epustole – Storie di un medico ospedaliero raccontate dal medesimo

E’ un romanzo, intrecciato con una serie di storie parallele, di genere comico, ironico ma incredibilmente credibile.
La storia del protagonista è lo sbando del “mezzo del cammin di nostra vita”…
Il tutto ambientato nel difficile mondo della sanità ospedaliera pubblica. Medici, professionisti sanitari e “cittadini utenti” di un folcloristico paesino si scontrano con le piccole,risibili, quotidianità.
Scritto più di 10 anni fa, nascosto in un cassetto, è venuto all’attenzione dell’editore quasi per caso….mi sembra però ancora attualissimo.

 

 

libro.jpg (9 KB)

libro.jpg (9 KB)

  • Meta