Tag name:musica

L’ultimo concerto del cornista

Questa è la storia di una giornata decisiva nella vita di Armando Zanetti, cornista in un’orchestra sinfonica di provincia.
Figlio unico di madre vedova emigrata in Francia, e con la quale ebbe un morboso rapporto di dipendenza che si rispecchia ora nella sua aracnofobia, il povero Armando sembra per natura votato al fallimento. Appassionato di fotografia e di fumetti osé, vive un amore improbabile con una giovane e promettente violinista. Deriso dai colleghi per la sua goffaggine, è solito assentarsi dal teatro durante le prove, in attesa del momento in cui gli ottoni entreranno in azione, e frequenta assiduamente l’anacronistico locale Chez Mimì, gestito da una vecchietta che in gioventù ebbe aspirazioni di soprano lirico. In questo ambiente, che Armando considera la sua seconda casa, egli si sente amato e rispettato, ed ispira pure tenere fantasie a due attempate signore. Tuttavia, in quest’infausta giornata, commetterà tutta una serie d’imprudenze che gli costeranno molto care. Verrà infatti cacciato in malo modo dal protettivo bistrot, romperà definitivamente il già labile rapporto con la giovane violinista, vedrà sfumare l’occasione di partecipare a un prestigioso concorso e si renderà infine ridicolo tentando un gesto estremo, quasi di ribellione, dietro le quinte del teatro. Tutto sembrerebbe preludere alla catastrofe, ma la vita è come una commedia: piena di colpi di scena, e anche un giorno infausto a volte può riservare qualche sorpresa….
Non tutti i mali vengono per nuocere. Inattese epifanie possono riscattarci da una vita inetta.
Il Moscardino http://www.moscardino.de

cover_cornista.jpg (116 KB)

cover_cornista.jpg (116 KB)

Solitari cacciatori i nostri cuori

Santo è un ragazzo che vive ai margini della società. La sua famiglia vive spacciando droga e la sua prima preoccupazione è la mera sopravvivenza. Durante una sfida con una band locale resta ucciso un suo amico del liceo Kete, che prima di morire gli fa promettere di imparare a suonare per lui uno strumento musicale per vincere la gara regionale per giovani musicisti; premio con cui doveva curare la madre malata di cancro. Santo si innamora della madre di Kete e prima di vincere per lei il concorso decide a cosa e a chi dovrà dedicare la sua vita. Il libro insegna come ad arrivare a realizzare un grande sogno.

cover sito J. Miu_solitari – fronte.jpg (50 KB)

cover sito J. Miu_solitari - fronte.jpg (50 KB)

cover sito J. Miu_solitari – estesa.jpg (108 KB)

cover sito J. Miu_solitari - estesa.jpg (108 KB)

Reset

13 March, 2010 / No Comments on Reset

Reset nasce dall’unione di iperrealismo e atmosfere neo hippie, psichedelia e surrealismo, in un percorso che oscilla costantemente tra una realtà cinica ed un gusto puramente onirico.
Le storie degli antieroi dei giorni nostri che popolano Reset si toccano, si inseguono e si incrociano, supportate dai contributi fotografici dei promettenti artisti Tasos Eros Batsioulas, Bernardo Corsetti, Andrea D’Ippolito ed Eleonora Petrolati.

…Sarebbe bello poter scegliere, ad un certo punto della propria vita, di interrompere tutto il quotidiano flusso di esperienze da cui si è attraversati e rinascere. Ricominciare da zero, nuovi, gioendo di nuovo della speranza e delle infinite possibilità che lasciano gli eventi quando devono ancora compiersi. Un nuovo corso, che non cancelli in un solo colpo la propria storia, ma che consenta di mandare tutto a monte e avviare un’altra mano nel gioco d’azzardo che è la vita. Nessun vincolo, catena, limitazione o dolore che possa raggiungerci dal passato. Reset…

Reset si presenta anche come un libro “musicale”, intriso di Joy Division, Pink Floyd, Bat For Lashes, Elisa ed MGMT.

Burned

19 October, 2008 / 4 Comments on Burned

La Giamaica, il potere della musica, le guerre tra badman, la fede in Jah.
Tutto questo è BURNED
Ricky è un giovane avvocato e quando viene spedito in Giamaica per scovare un nuovo talento della musica reggae, non immagina che l’incontro col talentuoso Derrick, un rudeboy, lo condurrà alla scoperta di un mondo che è anche un microcosmo di vita.
In un’ambientazione ricca e fascinosa ma al contempo in grado di offrire molteplici spunti di riflessione, Cardinale spinge il lettore a guardare nelle baracche dei sufferah, nella fede Rastafariana e nei guasti del Babylon System, attraverso un romanzo che va ascoltato, oltre che letto.

cop davanti.JPG (50 KB)

cop davanti.JPG (50 KB)

  • Meta