Tag name:tradizioni

Si potrebbe andare a Stoccolma

C’era una volta un italiano che viveva in Svezia al quale era scaduta l’assicurazione della macchina. Il meccanico svedese gli disse “Non puoi andare in giro con la macchina se l’assicurazione è scaduta” L’italiano rispose: “Ok, ma ammettiamo che io vado in giro ugualmente con l’assicurazione scaduta…se mi fermano, cosa mi fanno?”. Lo svedese guardò l’italiano come se venisse da Marte e, dopo una leggera esitazione, rispose: “No…non puoi andare in giro con la macchina se l’assicurazione è scaduta!”. L’italiano, innervosito, disse: “Ok, ma questo l’ho capito! Ma se invece io giro con la macchina e mi ferma la polizia che succede? Mi fanno la multa? Mi arrestano?”. Lo svedese, sempre più sbalordito, lo guardò e, dopo una breve pausa disse ancora una volta: “No, ma se non puoi andare in giro, non è possibile che ti fermino!”

Perchè una guida su Stoccolma? Perché una guida ufficiale queste cose non le spiegherebbe mai !

A volte Stoccolma può sembrare una città assurda, e le distanze culturali tra italiani e svedesi sono un tema costante di chi, da italiano, vive in Svezia. Eppure, questa città ai confini del mondo entra nel cuore di tanti italiani. Io credo sia una città magica. Solo in una città magica infatti è possibile camminare in inverno lì dove in estate si nuota, e solo in una città magica si può sentire il calore nel petto quando fuori ci sono venti gradi sottozero.

Questo libro rappresenta un gesto d’amore e riconoscenza verso Stoccolma. Non è una guida ufficiale, ma un racconto della capitale della Scandinavia attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta in prima persona, come un mondo nuovo da scoprire. Puoi trovare Stoccolma nei lunghi inverni freddi e senza luci e nelle estati dai mille colori e dalle notti senza fine. La ritrovi nella puntualità della metropolitana e nelle sere scatenate della movida di Södermalm. La trovi nei palazzi futuristici di Sergels Torg e nelle casette degli antichi mestieri di Skansen. E la trovi in un gruppo di amici italiani che lì hanno trovato una nuova casa. Questo libro è rivolto a chi vuole visitare Stoccolma non da turista, ma come un viaggiatore che vuole andare oltre l’apparenza e conoscere la città attraverso le abitudini, i ritmi e i gesti della gente che la abita e la rende unica. Per chi ancora crede che un viaggio sia un’occasione per crescere e, talvolta, per cambiare vita.

cover.jpg (56 KB)

cover.jpg (56 KB)

Anteprima.pdf (203 KB)

Le foto salvate

4 January, 2009 / 4 Comments on Le foto salvate

E’ un romanzo genealogico che parte dal 1860 e giunge fino agli anni Settanta.Prende spunto da un album fotografico che, emerso dagli anfratti di una casa in rovina, riaccende i riflettori su storie trascorse in un appassionante intreccio di vite. E’ un romanzo da leggere tutto d’un fiato grazie allo stile sciolto, ma al tempo stesso ricercato. I protagonisti catturano il lettore con la loro personalità ed i loro eventi. Ambientato tra Toscana e Sicilia fa riscoprire scenari, parlate tipiche, modi di dire, proverbi, tradizioni e mentalità delle due regioni nel corso del tempo. Tra commozione e sorriso coinvolge in un mondo dove la quotidianità dei personaggi diventa storia nella Storia ed ognuno di loro è anche un po’ di chi prima di lui è stato. Questo in fondo è quel che Ada, la protagonista, cerca di spiegare a suoi quattro figli raccontando.
“LE FOTO SALVATE” della scrittrice Tosca Pagliari è un romanzo edito da A&B nel 2008, pagg. 316
(www.lefotosalvate.it)
(toscapagliari@lefotosalvate.com)

Ho scritto questo romanzo di getto su i più disparati pezzi di carta che poi ho faticato a rimettere insieme. E’ accaduto in un’estate di qualche anno fa. E’ rimasto ammucchiato in un cassetto sino all’estate successiva allor che ho cercato d’ammazzare il tempo ricostruendolo al computer. Nel pieno dell’inverno era finito. L’ho letto e l’ho fatto leggere. Sono stati tutti molto concordi e molto persuasivi affinchè lo pubblicassi. Così quel flusso di pensieri estivi è diventato un libro.Un libro che racconta il passato con la pretesa di far comprendere alle nuove generazioni che le proprie radici sono le giuste coordinate per spiccare il volo verso il futuro. Un libro che racconta il passato come qualcosa che non svanisce ma si trasforma in altri eventi ed altri protagonisti. Un libro che racconta il passato per legarsi al futuro in quel continum che è la vita da che mondo è mondo.

Tosca Pagliari ama ammantarsi di un po’ di mistero e vi dice soltanto che é nata al Centro Italia nella seconda metà del Novecento, che ha sempre amato scrivere fin da bambina, ma che ha sempre distrutto tutto perchè non era mai contenta di quel che produceva. Questa volta è andata diversamente, ai lettori le considerazioni.

fotosalvate.jpg (59 KB)

fotosalvate.jpg (59 KB)

PREFAZIONE.doc (29 KB)

  • Meta