Il teorema dello scaffale

By Vittorio Liberti

“È dunque esercizio trascendentale quel che ci propone questo oggetto-libro, microcubatura a in/cubare il suo catalogo d’intime estraneazioni, percorrimenti dell’uso quotidiano isolato nel vuoto che lo disinnesta, lo infunzionalizza, lo trae dall’indistinto dello scambio per farne merce assoluta. Cioè sempre più da tutto (as)solta.”

dalla prefazione di Tommaso Ottonieri.

“Il teorema dello scaffale” è prima di tutto un libro di immagini, di foto di oggetti e prodotti, impressionati da uno sguardo inusuale che a tratti è esploratore e scopritore e a tratti diventa quasi sensuale. Foto in bianco e nero che se da un lato sembrano un’epifania della merce, dall’altro ne ribadiscono il suo destino che è inevitabilmente un destino di consunzione. La merce va prodotta, va consumata e va allontanata nei suoi aspetti residuali -imballaggi, carte, spaghi, polistiroli-.
29 fotografie di merci “rapite” in un supermercato e tenute in ostaggio dai fotografi che le hanno impressionate in una loro identità, non sempre così scontata. Appaiono palazzi fatti di latte, montagne di pane, detersivi che ricordano l’erotismo del lattice, stelle che cadono nei palati. Così, la merce ha rivelato la sua dark side, la parte che non vediamo mai.
Le fotografie sono legate da testi di 250 battute trasformati anche in un QRcode, un nuovo tipo di codice, con più possibilità del vecchio codice a barre, e che può essere “letto” (in senso letterale) da un cellulare. I testi, in questo nuovo ed inedito “spazio metrico” si legano in modo forte alle merci ritratte, ne condividono parte del destino.
30 pezzi di 250 battute che sono un po’ come le nuvolette dei fumetti: la merce dice qualcosa di sé. Si vanta, diviene spunto di riflessione sul consumo, si fa epitaffio o cartolina di saluto.

Gli autori delle foto, Pier Luigi De Simone e Francesco Rotili vivono e lavorano a Napoli come fotografi. Hanno fatto mostre e curato servizi di architettura.

L’autore dei testi, Vittorio Liberti, è di Napoli. Vive e insegna Rimini, si occupa della ricaduta che i nuovi formati dei media hanno sulla scrittura. Ha pubblicato su alcune riviste e in alcune antologie.

La prefazione è di Tommaso Ottonieri, ricercatore all’Università di Roma, poeta e narratore.

Il teorema della scaffale
raccolta di foto e testi poetici

Foto: Pier Luigi De Simone e Francesco Rotili
Testi: Vittorio Liberti
ed. Tilapia, Napoli
pp 74
Dicembre 2009
In vendita on line sul sito: www.tilapiaweb.com
a Napoli presso le librerie Feltrinelli, Guida, Colonnese.

con una prefazione di Tommaso Ottonieri

copertina.jpg (89 KB)

copertina.jpg (89 KB)

impaginato.jpg (135 KB)

impaginato.jpg (135 KB)

Comments: 1

  1. Eugenio says:

    Un libro da leggere e da guardare. Foto eccezionali, grafica di impatto, testi brevi ma intensi. Da non perdere. Per altro i qrcode presenti alla fine del libro si riescono a leggere davvero con un foftware tipo Kaiwa reader.
    24 euro non sono poi tanti considernando che si tratta di un libri di immagini e si sa, i libri di foto costano molto di più.
    Bello questo Teorema!

    View Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  • Meta