La bambola di vetro

By Teresa Di Gaetano
25 April, 2010
0

Terzo libro che ho scritto, “La bambola di vetro” è il mio romanzo d’esordio. Di genere fantasy, la storia narra di un ragazzo, Reinhold Kyd, che, abbandonata la casa appena maggiorenne, decide di mettersi in viaggio alla ricerca di avventure. Ma giunto alla stazione di Walbank si dà un’ultima opportunità, non avendone vissute. Proprio mentre riflette su questa cosa incontra un ragazzina di nome Samantha; lei gli racconta di un antico libro trovato nella soffitta dei nonni, che narra la storia di un castello incantato e dei suoi strani abitanti. Reinhold non crede alla storia raccontata dalla ragazzina, così sale sul primo treno per destinazione ignota. Nello scompartimento dove ha preso posto fa un felice incontro: Shikoku Misaki, la sua fumettista preferita, è proprio davanti ai suoi occhi. I due scambiano un breve dialogo, ma Rey risente pronunziare dalla fumettista il nome del villaggio dove c’è questo castello incantato. Casualità o destino? Non ci pensa due volte, quindi, e scende dal treno proprio in quel villaggio. Lì si imbatterà in un anziano scrittore che lo renderà partecipe di intrigate vicende.

La bambola di vetro è un romanzo fantasy che sfocia per le innumerevoli sfaccettature in tanti altri generi: da quello rosa per la costante presenza della tematica amorosa, a quello del mistery grazie all’intrigatissima trama, dal giallo al filosofico per la continua e costante ricerca di riflessione che offrono le parole pensate e pronunciate dai personaggi. Poche ma intense pagine, intrise di realtà e fantasia.

n1372894556_30083253_2389288.jpg (16 KB)

n1372894556_30083253_2389288.jpg (16 KB)

Comments: 0

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *

  • Meta