Nata con le manette

By Francesca Sassano
27 February, 2009
0

Negli Stati Uniti d’America i detenuti malati arrivano in ospedale ammanettati mani e piedi, anche quando sono donne che stanno per partorire.
Katy Geer ha dato alla luce la figlia Micol con mani e piedi incatenati ad un misero lettino. Nessuna indulgenza, non un briciolo di pietà.
Sullo sfondo di un sistema carcerario senza scrupoli, nasce una storia umana intensa e commovente, specchio di una società assopita ed egoista per la quale l’apparenza sembra essere l’unico dato che conta.

Comments: 0

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *

  • Meta